Listen Better: una lettera aperta di Patrick Spence

Cari amici,

la musica è alla base di ogni nostra azione. Eppure oggi è sempre più minacciata. Troppi artisti incontrano ostacoli quando si tratta di libera espressione, alcuni possono finire in prigione o addirittura essere uccisi solo per avere condiviso le proprie canzoni su Internet. Le comunità non hanno abbastanza spazio e risorse per permettere a tutti i musicisti di essere ascoltati. Abbiamo difficoltà a far emergere nell’economia moderna una nuova generazione di amanti della musica. La musica, così come il cinema, subisce molte violazioni alla libertà di espressione artistica. La nostra incapacità di difendere la musica si traduce in incapacità di difendere le libertà fondamentali di tutti gli uomini.

Abbiamo deciso che Sonos deve lavorare attivamente per promuovere e tutelare il futuro della musica, impegnandosi a sostenere chi deve affrontare le minacce alla musica, sia rivolte ad artisti sia sintomi di grandi ingiustizie che affliggono le comunità più deboli, e contribuendo a rendere la musica una parte importante della vita di ognuno. Il nostro impegno verso queste tematiche è guidato dal legame profondo che Sonos ha nei confronti della cultura musicale e dai nostri valori fondamentali riguardo ai diritti universali dell’uomo. La musica sarà quindi il nostro principale fattore trainante, ma ci muoveremo anche spinti dalla nostra grande convinzione che una maggiore libertà per la musica significa una maggiore libertà per tutte le altre forme di espressione come la stampa, il cinema, le forme di contestazione o, al contrario, di approvazione.

Ci rendiamo conto che abbiamo molto da imparare su come tutelare i diritti fondamentali degli artisti e su come affrontare le altre importanti questioni politiche relative alla nostra missione. All’inizio di quest’anno abbiamo invitato un gruppo di attivisti di primo piano nei nostri uffici di Boston per ascoltarli e chiedere loro: In che modo Sonos può supportare al meglio le organizzazioni che lavorano così coraggiosamente in prima linea? La risposta è stata chiara: Le iniziative a livello locale hanno bisogno di maggiore sostegno e le partnership aziendali sotto i riflettori spesso ostacolano le vere priorità.

In risposta a ciò, stiamo lanciando una nuova iniziativa chiamata “Listen Better” che consentirà alla nostra azienda di agire in modo significativo a difesa dei nostri valori nel mondo della musica. Ci impegneremo a costruire rapporti solidi e duraturi, senza nessun tipo di vincolo ai nostri prodotti, basandoci su uno scopo molto semplice: Fare quello che può aiutare di più chi è in prima linea. Intendiamo supportare le attività di base di attivisti e di chi opera a difesa dei diritti con piccole sovvenzioni strategiche e fare crescere con cura e attenzione il nostro programma continuando allo stesso tempo ad ascoltare e a imparare.

Per iniziare, sono stati stanziati 1,5 milioni di dollari in sovvenzioni libere nei prossimi tre anni per finanziare gruppi sparsi in tutto il mondo che lavorano su cinque obiettivi chiave:

  • Contrastare la censura e promuovere la libertà di espressione per gli artisti in difficoltà.
  • Difendere l’accesso alle informazioni e i diritti digitali di musicisti e altri artisti.
  • Offrire spazio e strumenti per permettere ai musicisti di essere ascoltati.
  • Promuovere la cultura musicale nelle comunità svantaggiate.
  • Ispirare la futura generazione di artisti, ingegneri e scienziati.

Abbiamo assegnato la prima tranche inaugurale delle sovvenzioni “Listen Better” alle sei organizzazioni che questa estate hanno aderito al nostro progetto e che ci aiuteranno a identificare i problemi sostanziali per la nostra futura concessione di sovvenzioni di base: Access Now, Article 19, Creative Time, Freemuse, Future of Music Coalition e Index on Censorship. Questi gruppi hanno accettato di buon grado di continuare a offrire consigli a Sonos su priorità e strategie chiave mentre continueremo a imparare e sviluppare questo programma nei mesi e anni a venire.

 

Sonos invited a group of leading activists to listen and ask: How can Sonos most effectively support organizations working courageously on the frontlines?

 

L’iniziativa “Listen Better” avrà la collaborazione di Q-Tip, un artista con una lunga esperienza come musicista a servizio del sociale, che per decenni ci ha ispirato con la sua arte e il suo attivismo. Q-Tip dà suggerimenti a Sonos ormai da anni, e ora avrà un ruolo importante nel portare avanti questa nostra strategia, aiutandoci a far conoscere le problematiche che la musica si trova a dover affrontare in modo più impellente e a coinvolgere sempre più persone.

È con questo spirito di collaborazione per tutelare e proteggere il futuro della musica che vogliamo sapere cosa pensi te. Utilizza questo link per parlarci del tuo lavoro.

All’inizio del 2018, lanceremo un programma che consentirà a qualsiasi organizzazione al mondo riconosciuta idonea di richiedere sovvenzioni Sonos. In futuro, oltre al supporto finanziario, abbiamo intenzione di utilizzare le risorse esclusive di Sonos che comprendono i tanti talenti dei nostri dipendenti nel mondo e un grande pubblico di persone che condivide il nostro amore per la musica e che possiamo coinvolgere in questo importante lavoro insieme.

Ascoltare la musica migliora la vita. Ma se chi è meno fortunato non ha la libertà di fare sentire la propria voce, non c’è niente da ascoltare. C’è solo silenzio. Per questo dobbiamo ascoltare meglio e lottare per il futuro della musica.

Cordiali saluti,

Patrick Spence
CEO di Sonos

Questo post è disponibile anche in: en en-gb en-au fr de es da nl sv no