Amber Lewis ha una vita frenetica: gestisce uno studio di design d’interni di grande successo, ha una propria linea di articoli per la casa ed è seguita da milioni di follower sui social media.

Quando è a casa a Calabasas, in California, con il marito musicista Mike, la figlia Gwyneth (Gwynie di soprannome) e un seguito di animali adottati, Amber trova felicità nei piccoli piaceri. Per lei non c’è nulla di meglio che rannicchiarsi sul divano, ascoltare musica e guardare Gwyneth che balla le sue canzoni preferite in giardino. “Ha davvero ottimi gusti per avere sette anni”, commenta ridendo.

E quando disegna gli interni per i suoi clienti, Amber si concentra completamente sul tempo trascorso in famiglia, sull’unione e sulla tecnologia che semplifica la vita.

Grazie per aver accettato di chiacchierare con noi, Amber. Ci puoi raccontare quale ruolo ha avuto la musica durante la tua crescita?
Mio padre era un vero patito di musica. Quando ero giovane, negli anni ‘80 e ‘90, era al passo con i tempi ed è cresciuto ascoltando Morrissey, i Depeche Mode, i Duran Duran e, naturalmente, i grandi classici come Cat Stevens e gli Eagles.

 

Tuo padre e tua madre ti hanno incoraggiata a esplorare il tuo lato creativo. Questo ti ha ispirata di fatto?
Penso che crescere con la libertà di creare mi abbia sicuramente permesso di scoprire chi ero e quali erano le mie passioni sin dalla giovane età. Mi piace andare in campeggio, viaggiare e fare nuove esperienze, e tutto questo l’ho trasmesso anche a mia figlia. È fantastico!

 

Ti occupi di architettura d’interni da quando avevi 19 anni. Da allora, come si è evoluto il modo in cui la gente ascolta la musica a casa?
Ora che la casa è diventata il luogo d’intrattenimento principale, i miei clienti sono molto interessati alla possibilità di integrare l’audio con l’estetica. Quando ho iniziato la mia carriera, dovevi avere dei componenti enormi per sistemi musicali, speaker e quei buffi apparecchi audiovisivi! Erano orrendi. Se li ricorda i lettori multi-CD?? Puah!

 

Come si crea uno spazio perfetto per l’ascolto?
Inizia tutto da una stanza comoda e vissuta, dove il cliente possa trascorrere piacevolmente del tempo. Dei divani comodi su cui distendersi sono un must! Alcuni miei clienti hanno voluto che progettassi delle stanze apposite per la musica. Ma devi essere sicuro di capire il mood e il tono della loro musica preferita. Se ascoltano Mozart, vorranno un’atmosfera diversa da chi ascolta i Led Zeppelin.

 

Quali sono le preferenze per la configurazione audio?
Io credo che i clienti vogliano soprattutto che il “processo di intrattenimento” sia il più semplice possibile. Nessuno vuole memorizzare dieci telecomandi o pannelli di controllo diversi. Credo che il controllo vocale sarà la prossima tecnologia a rivoluzionare la nostra casa. Chi non vorrebbe un assistente personale che si lasci comandare senza giudicarci per le troppe pretese?!

Come descriveresti lo stile di casa tua?
La nostra casa è sempre in movimento! Che stiamo realizzando un progetto per la scuola o inseguendo i nostri animaletti pelosi, non c’è mai un momento di noia. Abbiamo traslocato in una casa da ristrutturare che ha bisogno di moltissimo lavoro, ma è solo una questione di tempo. C’è una bellissima area principale dove intratteniamo gli ospiti e trascorriamo la maggior parte del nostro tempo. Lo stile è accogliente, eclettico-moderno californiano, piccoli tocchi di Mid-Century smorzati da ceramiche organiche e tessuti operati. Il mio stile preferito!

 

Che ruolo svolge la musica nella tua vita in famiglia?
Mio marito è un musicista, perciò la musica è una componente importante delle nostre vite. Tutte le mattine sveglio Gwyneth con una canzone a sorpresa. Cambia ogni giorno, ma di solito è una canzone degli anni ‘70 o ‘80 con cui sono cresciuta, oppure una canzone che deve assolutamente conoscere! Sono sempre allegre e ideali per iniziare bene la giornata.

In ufficio e in negozio c’è sempre musica, perché aiuta a dare il mood giusto ai nostri ospiti e clienti. E quando torniamo a casa nel pomeriggio, mettiamo una colonna sonora per la sera che crei un’atmosfera spensierata.

 

Sei una sostenitrice del nostro Sonos One. Che impatto ha avuto il controllo vocale sull’ascolto in casa?
Non devo stare a pensare troppo alle cose, l’attivazione vocale cambia la vita. Mio marito controlla le previsioni meteo e i notiziari. A me piace di più l’aspetto musicale. Puoi ascoltare qualsiasi canzone desideri in qualsiasi momento. È così facile da utilizzare e così ben integrato che non mi ricordo nemmeno di averne mai fatto a meno.

Ora mi ritrovo a usarlo anche fuori casa. Rimango scioccata ogni volta che do dei comandi in pubblico e non parte nessuna canzone! Haha!

 

Prova il nostro nuovo Sonos One.

Questo post è disponibile anche in: en en-gb en-au fr de es da nl sv no